Endodonzia

“L’endodonzia è quella branca dell’odontoiatria che studia la morfologia, la fisiologia e la patologia della polpa dentale e dei tessuti periapicali…suo scopo ultimo è preservare la polpa sana prevenendone le malattie e, quando ciò fallisca, riportando alla normale funzione quei denti colpiti da patologie irreversibili”

 Kaare Langeland

 

L’area di azione della disciplina endodontica, comprende:

  • la diagnosi del dolore oro-facciale di origine odontogena, sia esso pulpare e/o periradicolare
  • la terapia delle patologie della polpa vitale
  • il trattamento non chirurgico di eradicazione della polpa dei sistemi canalari e l’otturazione ermetica corono-radicolare di tali sistemi
  • l’asportazione chirurgica dei tessuti pulpo-dentinali malati e le procedure di riparazione ad essa collegate
  • il re-impianto dei denti avulsi in modo traumatico
  • il trattamento chirurgico delle patologie settiche acute e/o croniche dei tessuti periradicolari attraverso l’amputazione della parte radicolare apicale (apicectomia) seguita o meno dall’otturazione retrograda del canale radicolare residuo
  • le procedure per produrre uno sbiancamento intracoronale della dentina e dello smalto
  • le procedure di trattamento connesse alle ricostruzioni coronali mediante perni e/o monconi con interessamento dello spazio del/dei canale/i radicolare/i
  • il ritrattamento dei denti precedentemente sottoposti a trattamento endodontico non giunto a buon fine